Palazzo della Cultura e della Scienza, il gigante di Varsavia

Palazzo della Cultura e della Scienza, il gigante di Varsavia

Con i suoi 237 metri di altezza il Palazzo della Cultura e della Scienza di Varsavia è stato per molti anni il secondo edificio più alto d’Europa, secondo solo alla torre principale dell’Università statale di Mosca, più alto di appena tre metri.

Oltre alla smisurata altezza, il Palazzo della Cultura e della Scienza di Varsavia e la torre principale dell’Università hanno in comune il padre: Iosif Stalin.

Il Palazzo infatti, situato nel centro di Varsavia, è stato edificato a partire dal 1952 per volere di Stalin, il quale lo volle donare come regalo alla città di Varsavia.

Per la costruzione del Palazzo della Cultura e della Scienza vennero impiegati circa 3500 lavoratori provenienti in gran parte dall’Unione Sovietica. I lavori, iniziati nel 1952, giunsero al termine solo 1955 e costarono la vita di 16 operai.

Dove si trova il Palazzo della Cultura e della Scienza a Varsavia

Situato accanto alla stazione centrale, il Palazzo occupa un intero isolato. Tutta la struttura raggiunge dimensioni davvero importanti e i muri alla base sono così spessi che le stanze dei primi piani risultano più anguste del previsto.

Pagando il biglietto è possibile prendere uno dei velocissimi ascensori che dall’ingresso portano fino al piano panoramico. Da qui la vista è mozza fiato.

In alcuni periodi dell’anno e in particolari momenti del giorno, come al tramonto, la fila potrebbe essere un deterrente. Ma siate pazienti. Vedere Varsavia da questa prospettiva è un’esperienza che non potete perdere.

Altra curiosità sul Palazzo della Cultura e della Scienza di Varsavia: l’orologio posto sulla sua torre nel corso del 1956 è il secondo per grandezza in Europa.

L’enorme palazzo è visibile praticamente da ogni angolo di Varsavia e visitarlo tutto è un’impresa impossibile. Quante sono le sue stanze? Beh, un bel po’. Sono per l’esattezza 3288!

Stilisticamente il Palazzo della Cultura e della Scienza di Varsavia è un mix tra art déco, realismo socialista e storicismo polacco.

Perché si parla di demolizione?

Tuttavia questo storico palazzo, nonostante sia un simbolo della città di Varsavia e della Polonia intera, è da tempo al centro di grandi polemiche.

Gli abitanti di Varsavia infatti rivedono nel Palazzo della Cultura e della Scienza un simbolo troppo forte del’influenza subita dai Russi. Ed effettivamente permettere ad un edificio riconosciuto come un dono di Stalin di diventare il simbolo della capitale lascia un po’ riflettere.

In più di un’occasione è stata proposta la demolizione del Palazzo simbolo di Varsavia ma, fortunatamente, fino ad oggi l’abbattimento non è mai stato approvato.

In definitiva, nessuna visita a Varsavia, breve o lunga che sia, può prescindere dalla visita ad uno dei suoi monumenti simbolo. Questo è il Palazzo della Cultura e della Scienza.

Un simbolo di questa città e uno degli edifici più rappresentativi dell’intera Polonia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy. Cliccando su "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi